Freemium

Cos’è freemium?

Il termine freemium è una combinazione delle parole “free” e “premium”. Il modello di business freemium offre servizi di base gratuiti e ogni funzionalità o servizio aggiuntivo è a pagamento.

Quando decidi di adottare l’approccio freemium, togli l’onere della formazione al tuo team di vendita e marketing. Il cliente ha la responsabilità di fare le proprie ricerche e scegliere un’opzione gratuita o premium.

Il modello di acquisizione freemium mira a ridurre i costi di acquisizione dei clienti. L’offerta di una versione gratuita del tuo prodotto o servizio lo rende più disponibile per un vasto numero di clienti.

Come ottenere il freemium

È abbastanza semplice implementare questo modello di business. Dopo aver raggiunto il successo con il tuo prodotto o servizio, devi porre delle limitazioni agli utenti del livello gratuito. In questo modo, gli utenti potranno decidere se investire nelle funzionalità premium.

Esistono tre tipi di limitazioni che possono essere utilizzate, ma le aziende di solito ne implementano una combinazione.

  • assistenza limitata – accesso differenziato all’assistenza clienti attraverso i livelli

  • funzionalità limitate – offerta di funzionalità aggiuntive o estese per aggiornamenti a pagamento

  • quote di utilizzo – limitazione del numero di utenti, quota di archiviazione, ecc.

Esempi di freemium

I prodotti freemium si vedono spesso nella vita reale. Molte aziende di software e internet che hanno ampi mercati e che offrono un valore continuo ai loro clienti, utilizzano molto il modello di business freemium.

Vediamone alcuni:

Zapier

landing page di Zapier

Si tratta di un’applicazione web che consente agli utenti di collegare vari strumenti digitali attraverso sequenze di trigger automatici – “Zaps“. Nel livello gratuito, gli utenti possono creare cinque Zaps, il che dà loro un assaggio di quanto possa essere potente questa applicazione.

Le funzionalità premium limitate includono:

  • numero di Zaps

  • intervallo di sincronizzazione – tempo in cui Zap controlla la presenza di nuovi dati.

  • il numero di utenti – per le grandi organizzazioni Zapier incoraggia gli aggiornamenti in quanto offre strumenti di collaborazione e cartelle condivise

Zapier è un ottimo esempio di azienda freemium che utilizza un approccio molto mirato per incrementare le entrate e incoraggiare gli utenti gratuiti a passare alla versione premium.

Spotify

landing page di Spotify

Una delle applicazioni freemium più note e di maggior successo è Spotify. Permette agli utenti di ascoltare musica in streaming dal computer o dal telefono. Utilizza un modello di acquisizione freemium semplificato, fornendo semplicemente un’esperienza più piacevole se gli utenti passano alla versione premium.

La versione premium include:

  • migliore qualità del suono

  • playlist offline

  • streaming senza interruzioni – gli utenti non devono sorbirsi annunci pubblicitari ogni pochi brani

  • Spotify connect – consente agli utenti di collegare l’app alle loro smart TV, agli altoparlanti, ecc.

Mailchimp

landing page di Mailchimp

Questo software per l’email marketing consente agli utenti di raccogliere gli indirizzi email degli iscritti, inviare newsletter automatiche e di fare molto altro ancora. Puoi iscriverti gratuitamente, ma per una campagna di email marketing di successo, la maggior parte dei marketer decide di optare per la versione premium.

Tra le sue funzionalità a pagamento si trovano:

  • Test A/B

  • Segmentazione avanzata – consente di indirizzare gli utenti in base a condizioni flessibili e illimitate.
  • marchio personalizzato
  • Customer Journey Builde – invio di messaggi mirati automatizzati in base alle modalità di interazione dei clienti con la tua azienda
  • targeting comportamentale
  • Assistenza via e-mail e chat 24/7

Vantaggi del freemium

Questo approccio funziona meglio come modello di acquisizione dei clienti, anche se può essere utilizzato per incrementare le entrate dell’azienda. La tua azienda può attrarre un ampio pubblico di utenti. Puoi costruire un rapporto con i tuoi clienti senza richiedere loro di pagare per i tuoi servizi se non lo desiderano.

Inoltre, gli utenti possono scoprire i tuoi prodotti attraverso un’esperienza diretta e poi diffondere la conoscenza tra le loro cerchie sociali. Questo ti permette di aumentare il tasso di conversione senza costi aggiuntivi.

Mentre i clienti a pagamento generano entrate, con la versione gratuita è possibile raccogliere informazioni e dati sugli utenti. Questi dati sono preziosi per l’analisi e possono essere utilizzati per mostrare annunci mirati.

Il modello freemium è ideale per le piccole aziende o le startup. Fornisce un’enorme quantità di brand awareness senza spendere troppo del tuo budget in marketing e vendite.

Come ottenere utenti freemium

I modi per acquisire utenti freemium sono molteplici e dipendono in larga misura dall’approccio e dalle esigenze della tua azienda. Detto questo, ci sono alcuni suggerimenti che puoi utilizzare per far sì che i tuoi utenti iniziali si convertano in clienti paganti.

Crea un senso di urgenza. Fai sapere all’utente che il livello gratuito è limitato e che, se vuole usufruire dei tuoi servizi, deve effettuare l’upgrade il prima possibile. Il periodo di gratuità si basa sul buyer persona della tua azienda, ma i più utilizzati sono 7 Giorni, 14 Giorni (LiveAgent, Dropbox) o 30 Giorni (Netflix, HubSpot).

Puoi anche utilizzare una campagna di email drip. Invia delle e-mail di follow-up ai tuoi clienti durante il periodo gratuito per tenerli impegnati con il tuo prodotto. Potrebbero essere semplici messaggi di ringraziamento o anche tutorial su come passare alla versione premium.

Freemium

Un altro modo per convertire gli utenti è offrire loro uno sconto o una promozione. Non è necessario offrirlo solo agli utenti più assidui. Puoi semplicemente inviare e-mail a molti utenti con uno sconto a tempo o un regalo se si iscrivono al piano a pagamento.

Che cos’è la monetizzazione freemium?

In poche parole, è il modo in cui la tua azienda può guadagnare utilizzando il modello freemium.

L’idea di questa forma di marketing è quella di acquisire il maggior numero possibile di utenti fornendo una versione gratuita del prodotto. L’importante è tenerli impegnati e invogliarli a scegliere la versione premium a pagamento. Questo approccio offre una grande opportunità di monetizzazione e un flusso di entrate sostenibile.

Quale percentuale di freemium paga?

In generale, si dovrebbe puntare a un tasso di conversione freemium modesto, dal 2 al 5% degli utenti. Ci sono aziende come Spotify che hanno un tasso di conversione molto più alto, pari al 46%.

Naturalmente, queste statistiche dipendono da vari fattori, come la base di clienti, gli acquisti di applicazioni e i tipi di utenti che la tua applicazione attrae.

Per mettere le cose in prospettiva, il 54% degli sviluppatori di app utilizza il modello freemium e il 33% delle aziende ne trae il massimo profitto.

Ottimizzazione del tasso di conversione freemium

Scopri cosa motiva gli utenti a diventare clienti paganti può essere un compito difficile. Devi approfondire cosa spinge i tuoi clienti a fare l’upgrade e cosa li spinge a continuare a pagare il prezzo dei tuoi servizi.

Ecco alcuni suggerimenti che potete utilizzare per aumentare il tuo tasso di conversione freemium:

1. Crea un ottimo prodotto

Chiedeti: quali sono i punti dolenti che il prodotto risolve? Perché i clienti dovrebbero pagare per averlo? E cosa li motiva a continuare a usarlo?

Utilizzando il software di helpdesk LiveAgent come esempio, rispondiamo a queste domande.

LiveAgent consente di accedere facilmente al servizio clienti. Aiuta a semplificare le interazioni con i clienti attraverso vari canali (e-mail, social media, ecc.).

I clienti pagano per le funzionalità premium perché contribuiscono a generare maggiori entrate. Grazie a strumenti potenti come l’automazione, il reporting avanzato, il software di ticketing e molti altri, svolge un ruolo importante nel successo dei clienti di molte aziende.

Gli utenti continuano a tornare perché hanno accesso a un servizio clienti che rappresenta un ottimo rapporto qualità-prezzo.

2. Dai ai clienti un motivo per fare l’upgrade

Crea delle limitazioni ragionevoli ai tuoi servizi gratuiti. Puoi analizzare i dati dei tuoi concorrenti per capire cosa mantenere gratuito e cosa mettere dietro a un paywall. Il trucco è far vedere ai clienti il valore immediato che offri quando fanno l’upgrade.

Prezzi di LiveAgent

3. Rendi l’aggiornamento il più semplice possibile

Elimina gli ostacoli che possono dissuadere gli utenti dal passare alla versione a pagamento. Semplifica al massimo l’onboarding e offri un’ulteriore assistenza ai clienti durante il processo di transizione.

4. Promuovi la versione premium

Mantieni gli utenti impegnati. Evidenzia spesso i vantaggi dell’aggiornamento alla versione a pagamento. Potete farlo attraverso notifiche mirate o e-mail di follow-up.

5. Chiedi un feedback

Dimostra ai tuoi clienti che apprezzi la loro opinione e incoraggiali a inviarti un feedback.

I freemium possono portare a una perdita di reddito?

In teoria sì, possono farlo. Questo può accadere se il tasso di conversione alla versione a pagamento è troppo basso. Ciò significa che la maggior parte degli utenti si limita alle funzionalità di base invece di passare alle funzionalità avanzate a pagamento.

Freemium

Nel paragrafo precedente troverai i modi per migliorare il tuo tasso di conversione freemium.

Differenze tra gratuito e freemium

Il servizio gratuito non ha un paywall che divide le sue funzionalità nella versione limitata gratuita e nella versione premium a pagamento.

D’altra parte, il freemium fa proprio questo. Consente l’accesso a contenuti premium a fronte di un abbonamento che i clienti devono pagare.

Una prova gratuita è una forma di freemium?

Pur presentando alcune analogie, la prova gratuita non è una forma di freemium. La differenza fondamentale è che una prova gratuita dura per un certo periodo (prove gratuite di 30 giorni) mentre, nel modello freemium, un piano gratuito dura per sempre. Inoltre, una prova gratuita permette di utilizzare effettivamente tutte (o almeno la maggior parte) delle funzionalità che il sistema ha da offrire. Nei sistemi freemium, invece, il piano gratuito presenta diverse limitazioni d’uso.

Stand out from your competitors with a strong customer service culture

Handle all customer inquiries from one interface. Start improving your customer service with a 14-day free trial right away!

Frequently asked questions

Cosa sono i servizi freemium?

Un modello freemium consente di convertire i lead in clienti paganti senza costi di acquisizione aggiuntivi. In questo modello di guadagno, le funzionalità di base del servizio sono gratuite, mentre tutte le funzionalità premium aggiuntive richiedono ai clienti il pagamento di una quota di abbonamento a livelli.

Come si ottiene il freemium?

È necessario adattare l'approccio alla propria azienda e al proprio pubblico di riferimento. Per semplificare la risposta, è necessario creare un prodotto di successo e poi mettere un paywall su alcune delle funzionalità più sofisticate. Questo invoglierà gli utenti a convertirsi in clienti paganti.

Qual'è un esempio di freemium?

Molte aziende utilizzano il modello commerciale freemium. Alcune di esse includono Spotify, Trello, LinkedIn, WordPress, Mailchimp e Zapier.

Torna al glossario Crea account GRATUITAMENTE

Il nostro sito web utilizza i cookie. Continuando a navigare sul nostro sito ti informiamo che assumeremo il tuo consenso all'utilizzo dei cookie come specificato nella nostra politica della privacy e dei cookie.